Riposiamo sempre meno e i disturbi notturni aumentano. Gli esperti: durante la notte si stabilizzano le ultime nozioni acquisite. Il consiglio: mai fermarsi meno di sei ore

Rispetto ad altre problematiche, il sonno non parrebbe dover richiedere tanto spazio e attenzione. E invece dagli esperti si viene a sapere che quanti accusano disturbi legati al dormire – non soltanto l’insonnia – sono in continuo aumento e che la tematica sta evidenziando sempre maggiore importanza e complessità nella conoscenza medica. C’è chi preme, addirittura, perché il sonno divenga oggetto di una specializzazione a sé e fa presente che negli Stati Uniti, sebbene non si sia ancora arrivati a questo punto, esistono già alcune “Academy” dedicate. Per tutti questi motivi abbiamo deciso di dedicare al tema uno speciale che svela tanti lati del problema, ma enuncia anche i misteri che sussistono. Insieme a verità e misteri del suo “compagno di letto”: il sogno.